Contatto Ufficio Stampa [email protected]
NATALE ALLE PORTE: oltre 4 italiani su 10 temono un furto in casa
Data
infografica furti a natale 2021 verisure

NATALE 2021: 1 italiano su 2 conosce qualcuno che ha subito un furto in casa 


16 Dicembre 2021 - Per 4 italiani su 10 è davvero probabile subire un furto in casa durante le festività. Almeno 1 loro conoscente su 2 è già stato derubato in questo periodo. 7 su 10, quindi, aumenteranno o hanno già aumentato le proprie misure di sicurezza in casa prima di partire.

In vista delle vacanze di Natale 2021, Verisure, multinazionale di allarmi monitorati per case e negozi, ha intervistato oltre 2500 italiani per sapere come si stanno preparando alle partenze natalizie.

Il 14% degli intervistati ha raccontato di aver subito, in passato, un furto in casa proprio durante un’assenza per le vacanze. 1 italiano su 2 ha almeno un amico, parente o conoscente che ha subito un’intrusione domestica durante le festività. 

7 su 10 scelgono quindi di potenziare le misure di sicurezza domestiche in vista delle festività: il 39% le ha già aumentate a ridosso di precedenti vacanze, il 36% lo farà in occasione delle prossime.

PARTENZE NATALIZIE E PAURE DI SICUREZZA

Alla domanda: “cosa temi maggiormente quando ti assenti di casa per le festività?” al 1° posto, per il 44% degli intervistati, la paura più grande è subire un’intrusione in casa. Non si tratta di semplice timore: 4 su 10 ritengono anche sia davvero probabile possa accadere, il 6% in più rispetto l’anno scorso. 

Complice probabilmente anche l’evoluzione della situazione Covid nell’ultimo anno che ha comportato un peggioramento della percezione di sicurezza da criminalità e delinquenza. Alla domanda, “Secondo te, la pandemia da Covid-19 ha influito sulla criminalità e delinquenza?” il consenso cresce dal 72% nel 2020 al 78% nel 2021. Tra le conseguenze della pandemia che gli italiani si aspettano nel breve futuro, l’incremento di furti in casa aumenta dal 30% al 34%. 

Non solo un fatto di percezione: come visto, la paura di subire un’intrusione in casa trova fondamento in quanto vissuto in prima persona o attraverso passaparola perché il 48,3% degli italiani conosce almeno una persona che ha subito un furto durante le festività. 

A completare il podio delle paure di sicurezza in vista delle partenze, ci sono il timore di lasciare il gas aperto (12%) e la paura che avvenga un corto circuito (10,7%), ovvero fattori alla base di un incendio domestico
Per una minore percentuale, c’è anche il timore di ritrovarsi la propria casa occupata. Anzi, il 16% degli italiani pensa sia addirittura estremamente probabile!

COME SCELGONO DI DIFENDERSI GLI ITALIANI?

7 italiani su 10 potenziano le misure di sicurezza prima di partire: il 39% lo ha già fatto in passato, il 36% lo farà in occasione delle prossime. Ma quali misure ritengono efficaci? 

Per il 43% dei cittadini è l’allarme la misura di sicurezza più efficace, tanto che il 35% ne ha già uno e del restante 65% della popolazione, la metà lo installerà entro l’anno.

Al 2° posto, le persone ritengono importanti in egual misura le grate alle finestre (14,5%) e le porte blindate (14,5%) mentre al 3° posto ci sono le telecamere di videosorveglianza (14%), in crescita di 4pp rispetto al 2020.

In particolar modo, secondo gli intervistati, l’allarme deve essere così composto
1.    Telecamere di videosorveglianza (67%)
2.    Connessione ad una Centrale Operativa (47%)
3.    Sensori perimetrali (46%)

* "Calcola ora" o "Calcola online in meno di un minuto" fa parte di un processo di valutazione della sicurezza che inizia con la raccolta di alcune informazioni riguardanti le esigenze di sicurezza di ogni cliente entro circa un minuto dal momento in cui il consumatore preme il pulsante e che continua con la telefonata per confermare le caratteristiche della casa del cliente e che si conclude con uno studio di sicurezza personale e sul posto