Contatto Ufficio Stampa [email protected]
Natale 2023: 1 italiano su 2 preoccupato per l’incremento dei prezzi e la propria sicurezza domestica
Data
Natale 2024 famiglia protetta da Verisure

Le festività natalizie sono alle porte e quest’anno, per molti italiani, alle meritate vacanze si affiancano alcune preoccupazioni: più di 1 su 2 dichiara di sentirsi meno tranquillo rispetto agli anni passati a causa dell’attuale situazione macro-sociale, che genera insicurezza economica ma anche domestica e personale. 

Verisure, nome leader nel settore della sicurezza domestica in Italia e in Europa, ha ascoltato le opinioni delle persone in Italia in vista delle festività invernali, raccolte in una survey svolta in collaborazione con l'Istituto di Ricerca Sondea (1).


Percezione di sicurezza economica

Oltre 7 italiani su 10 (73,6%) pensano che durante queste festività aumenteranno i prezzi rispetto agli anni passati e, di conseguenza:
-    il 55,8% è preoccupato nell’affrontare le spese di casa, come gas, luce e riscaldamenti; 
-    il 46% è preoccupato per le spese extra delle festività, come regali, cene e decorazioni; 
-    il 39,7% è preoccupato per la necessaria spesa quotidiana familiare. 

Quasi un terzo degli italiani (31,15%) si aspetta di spendere di più durante le festività invernali 2023 a causa dell’aumento generale dei costi mentre circa un altro terzo (29,6%) si aspetta di spendere di meno perché non può permettersi le solite spese natalizie e deve risparmiare. Solo il 2,3% degli italiani afferma che non baderà a spese.

Percezione di sicurezza fuori e dentro casa

1 italiano su 2 pensa che durante le festività si verifichi un aumento dei reati, in particolare:
-    il 55,2% ritiene aumenteranno i casi di microcriminalità;
-    secondo il 49% aumenteranno i furti in casa;
-    per il 47% aumenteranno i borseggi stradali;
-    per 33,2% ci sarà un incremento di violenze domestiche;
-    il 19% teme un aumento di incidenti domestici.

In generale, il 50,6% degli italiani si sente meno tranquillo fuori casa rispetto agli scorsi anni e il 40,3% meno tranquillo relativamente i furti domestici. 

L’intrusione domestica resta ancora un tema caldo: il 52,8% delle persone la mette in cima alle proprie paure, con percentuali che raggiungono il 58,6% tra chi vive in una villa e il 57,6% tra le persone over 65. 

In effetti, dal 2° Rapporto dell’Osservatorio sulla Sicurezza della Casa di Verisure Italia realizzato dal Censis con il contributo del Servizio Analisi Criminale del Ministero degli Interni, emerge che nel 2022, in Italia, 9 milioni di persone (il 18,7% del totale) hanno subito un furto in casa e un ulteriore 44,5% conosce vicini e amici che ne sono stati vittime. 

Donne e sicurezza

Sono le donne a sentire maggiormente le preoccupazioni relative gli attuali cambiamenti socio-economici: 
-    Il 76% di donne (contro il 70% degli uomini) si dice preoccupata dell’incremento dei prezzi nei mesi invernali;
-    Il 60% (contro il 51% di uomini) è in pensiero nel dover affrontare le spese di casa;
-    Il 51% quelle di regali e addobbi (verso il 40%);
-    Tanto che il 35%, rispetto al 23% di uomini, pensa di non potersi permettere le solite spese e di dover risparmiare.

Non solo, rispetto agli uomini, le donne percepiscono un calo maggiore della sicurezza
-    fuori casa: il 56,6% di donne, contro il 44% degli uomini, si sentono meno tranquille rispetto al passato relativamente la microcriminalità per strada, come aggressioni e violenze;
-    dentro casa: il 52,2% delle donne, rispetto al 45% di uomini, si dice più preoccupata dei furti domestici e il 36,5% delle violenze domestiche (rispetto al 29% degli uomini). 

Soluzioni in vista delle vacanze

In vista delle vacanze natalizie e delle crescenti preoccupazioni, 4 italiani su 10 pensano che crescerà il numero di persone che faranno ricorso a misure di sicurezza domestica

Il 38,7% pensa di installare un sistema di allarme nella propria casa nei prossimi 12 mesi e oltre 1/3 degli italiani lo ha già fatto (34,4%). L’allarme è una soluzione per la quale gli italiani sono disposti ad investire: più 1 su 2 specifica tra i 1000€ e i 3000€. 

Le attuali motivazioni che portano le persone ad installare misure di protezione domestica sono:
-    per il 33,5% l’incremento della criminalità in generale e nel proprio quartiere;
-    il 31,7% vuole sentirsi al sicuro e proteggere la propria famiglia
-    il 10,2% per proteggere la propria casa dalle intrusioni in vista delle festività o di un viaggio; 
-    il 9,9% racconta che c’è stato un aumento di furti nel proprio palazzo e/o quartiere;
-    Il 5,7% perché aveva subito un furto.

 

(1) Ricerca svolta nel mese di Ottobre 2023 dall'Istituto Internazionale Sondea su un campione di 1.021 individui tra i 30 e i 65 anni residenti in Italia selezionati in maniera intenzionale e proporzionale alle di quote di popolazione italiana secondo i dati Eurostat 2022.

SISTEMA DI ALLARME VERISURE IN COMODATO GRATUITO. SERVIZIO IN ABBONAMENTO MENSILE.
Offerta valida fino al 31 Marzo 2024. Prezzi e sconti relativi solo al costo di installazione, connessione e collegamento alla Centrale Operativa. Possibilità di riscatto dell’allarme, in caso di recesso, a SOLI 120€ decorsi 12 mesi dalla sottoscrizione del contratto. Corrispettivo per recesso anticipato entro i primi 12 mesi pari a 300€; recesso dopo i primi 12 mesi, a costo zero. 

* "Calcola ora" o "Calcola online in meno di un minuto" fa parte di un processo di valutazione della sicurezza che inizia con la raccolta di alcune informazioni riguardanti le esigenze di sicurezza di ogni cliente entro circa un minuto dal momento in cui il consumatore preme il pulsante e che continua con la telefonata per confermare le caratteristiche della casa del cliente e che si conclude con uno studio di sicurezza personale e sul posto

** Verisure Allarme N°1 in Italia con riferimento al numero di clienti residenziali/small business con allarmi collegati a Centrale Operativa e intervento G.P.G.

*** Verisure pubblica sul proprio sito web le recensioni generate dalla piattaforma Trustpilot. Trustpilot chiede di includere, ove possibile, il numero di riferimento del cliente, al fine di generare recensioni da parte di clienti reali.