Installare un antifurto fai da te?

Antifurto fai da te

Sul mercato possiamo trovare diversi modelli di antifurto fai da te. Valutiamone i pro e i contro per poter prendere la miglior decisione.

Lo spirito di MacGyver si è impossessato di te e hai scelto di installare un antifurto fai da te? Bene, per iniziare ecco cosa ti serve:

  • Tanta pazienza;
  • Una centralina da collegare al tuo telefono, a quello dell'agenzia di vigilanza o alle forze dell'ordine;
  • i sensori di movimento da collegare alla centralina;
  • sensore da interno/esterno, magnetico per porte e finestre;
  • telecamere di sorveglianza IP (collegate a internet) o GSM (in 3G) e dalle mille prestazioni;
  • telecamere di sorveglianza collegate con Internet o tramite 3G

Per l'antifurto fai da te, meglio optare per la versione wireless, più semplice e veloce da installare rispetto ad un filare. Quest'ultimo infatti richiede interventi sui muri di casa. Sia chiaro, l'antifurto wireless non garantisce una copertura di giardini, aree esterne e recinzioni.

Antifurto fai da te: vantaggi

Quali sono i vantaggi dell'antifurto fai da te? Uno su tutti: risparmi sulla spesa dell'installazione, considerato che le componenti sono tutte a carico tuo. Poi sicuramente potrai pavoneggiarti con amici e parenti.

Antifurto fai da te: gli svantaggi

Analizziamo l'altra faccia della medaglia e capiamo quali sono gli svantaggi nel fare tutto senza l'aiuto di personale esperto:

  1. Devi avere un'ottima conoscenza di quello che riguarda il mondo degli antifurti. Installare un dispositivo senza delle regole non solo ti fa perdere soldi, ma rischia di essere totalmente inutile. Un ladro è in grado di riconoscere e disattivare un antifurto fai da te in un attimo;
  2. Dove piazzare le telecamere? Se vivi in campagna e possiedi un giardino dovrai orientare le videocamere senza lasciare nessun angolo buio. Un'azione che, se fatta da te, può trasformare la tua casa in una nuova Alcatraz. Se fatta invece da un tecnico ti permette di ridurre al minimo il numero di dispositivi installati coprendo tutte le zone possibili;
  3. Un antifurto fai da te richiede tanto tempo per essere installato. Se non hai già un piano ben preciso, rischi di fare e disfare tante di quelle volte che ti passa la voglia di proteggerti;
  4. Gli errori che si possono commettere sono infiniti e dimenticare un singolo dettaglio può compromettere tutto l'impianto;
  5. La sicurezza non è mai garantita al 100%. L'occhio esperto di un tecnico ti permette di non trovarti ad avere a che fare con allarmi che suonano senza motivo o che non suonano proprio;
  6. Scegliere l'antifurto più adatto per la propria casa non è semplice: l'offerta è talmente ampia e diversificata che sbagliare (magari spendendo anche più soldi) è semplicissimo;
  7. La programmazione della centralina è veramente complicata e le istruzioni non sono sempre complete dando per scontato alcuni passaggi fondamentali:
  8. I tutorial su YouTube su come montare un antifurto fai da te sono semplici e superficiali e non tengono conto di un sacco di fattori esterni.
  9. In caso di rottura è difficile tu possa trovare qualcuno che ripari il tuo antifurto fai da te.

Antifurto fai da te: la tua opinione

È chiaro come gli svantaggi che ci presentino in fase di montaggio per un antifurto fai da te siano nettamente superiori al risparmio che potresti avere facendo tutto da solo. I consigli di un tecnico sono indispensabili per questo tipo di interventi. D'altronde parliamo della tua sicurezza, un aspetto da non prendere mai sottogamba! Parola di un "Fai da te" pentito!

 

Matteo Bianconi

Salvatore Russo

Mi occupo di Digital Marketing Stategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani. Coach e relatore per importanti brand ed eventi nazionali.

 

News